Al padiglione Santa Sede il premio "Awda", dedicato alle donne designer

Al padiglione Santa Sede il premio "Awda", dedicato alle donne designer

Ancora riconoscimenti per la qualità del padiglione della Santa Sede. Questa volta arriva dall’Aiap, l’associazione italiana design della comunicazione visiva, che ha assegnato nei giorni scorsi il premio "Awda - Aiap Women in Design Award", alla sua seconda edizione.

Si tratta di un riconoscimento biennale rivolto alle donne che lavorano nel mondo della grafica e della comunicazione visiva, con l’obiettivo «di ricercare dei linguaggi, delle poetiche e degli approcci differenti al progetto grafico che altrimenti non verrebbero mai portati alla luce».

La Santa Sede, insieme alla diocesi di Milano e alla Cei, in qualità di committenti, in tandem con la designer Ginette Caron che ha lavorato proprio al padiglione della Santa Sede all’Expo di Milano, hanno ricevuto la Menzione d'Onore nella categoria professione «per avere saputo coniugare l’intervento sul piano grafico con quello sul piano architettonico, non attraverso una semplice giustapposizione di elementi, bensì attraverso una loro stretta relazione che definiscono nello spazio un dialogo fitto e continuo tra linee e piani, tra corpo e volumi, tra tipografia e architettura, che non possono esistere l’uno in assenza dell’altro».

«La parola della Bibbia – si legge nella motivazione pubblicata dagli organizzatori del premio – diventa visibile e mutevole sulle superfici candide del corpo architettonico, disegnata dal metallo filiforme, leggera e impalpabile come ombra proiettata. L’intervento tipografico, che ripropone la dualità del visibile e dell’invisibile, tema centrale della fede, fa propri così i contenuti per devenirne traduzione poetica e evocativa».

All’edizione 2015 del "Awda - Aiap Women in Design Award" hanno partecipato più di 100 progettiste provenienti da 9 paesi tra Europa, Medio Oriente e Africa del Nord.

Video

Guarda il Video foto di Luca Catalano Gonzaga

Ferite del cuore, ferite del pianeta: la parete fotografica

Un'onda di storie, sguardi, volti, accoglie il visitatore del Padiglione della Santa Sede all'Expo Milano 2015 nella prima parete, la parete fotografica. E' l'onda del tempo che passa, l'onda …